logo desktop lascalarandalogo mobile lascalaranda

Quali trekking d´inverno?

Erroneamente qualcuno puó pensare che il trekking sia una attivitá prettamente primaverile, come se ci fosse la stagione del trekking e quella no! Non é cosí: il trekking si puó svolgere in tutte le stagioni, facendo chiaramente attenzione all´equipaggiamento necessario in base alla destinazione.

Fermo restando che serve consapevolezza nella scelta dell´itinerario, della destinazione e del periodo, nella valutazione delle ore di luce, in base alla proprio predisposizione, preparazione tecnica ed equipaggiamento (indispensabile torcia frontale per ogni evenienza e guanti), la stagione invernale si presta bene a tante avventure giornaliere ma anche piú lunghe.

L´inverno innanzi tutto permette di vedere una meta lontano dal periodo di alta stagione turistica (soprattutto se come noi ti focalizzi su mete insolite).

Nelle escursioni giornaliere ben si prestano le attivitá sulla neve, purché non ci sia ghiaccio per il quale serve una apposita attrezzatura di ramponcini oltre a esperienza. Sempre piú frequenti sono le proposte con le ciaspole sulla neve, che peró come sa chi mi conosce bene, noi non proponiamo perché amiamo sprofondare nella neve, durare fatica e vivere l´avventura senza l´ausilio delle ciaspole.

La neve ha poi un vantaggio inaudito: permette di evidenziare le tracce di animali selvatici. Addirittura una volta mi é capitato di imbattermi nelle impronte del gatto selvatico, facendo non pochi salti di gioia!!

Oltre alla classica neve, si puó prevedere anche escursioni trekking in media montagna, o anche nei pressi del mare, cercando di trovare temperature mitigate.

Sapete bene che Lasca la Randa ama il trekking ovunque purché si veda il mare, a maggior ragione se in mete autentiche e lontane dal caos

Lista di 6 cammini da poter svolgere anche d´inverno:

  • Cammino minerario di Santa Barbara, Sardegna: itinerante. 
  • Pantelleria, Sicilia: stanziale. Difficoltá nel reperire strutture ricettive, tuttavia se con viaggio organizzato potrete immergervi nella vera atmosfera pantesca, lontana anni luce da quella estiva. Noi organiziamo tutti i Capodanno viaggi trekking a Pantelleria.
  • Rotta dei due mari, Puglia: itinerante. Lunghezza: 136 km Partenza: Polignano a Mare
    Arrivo: Taranto
  • Marettimo, Sicilia: stanziale. Molto difficile reperire strutture alberghiere e trovare locali aperti, consigliamo se autogestiti di pernottare a Favignana, mentre se siete in viaggio organizzato potrete affidarvi alla vostra guida. Noi amiamo questa isola tutto l´anno, é il paradiso del trekking sul mare e della vita lenta. Per scegliere questa meta d´inverno devi essere un vero amante del trekking, mare e silenzio.
  • Grande traversata Elbana, Toscana: itinerante. Circa 56 Km con oltre 3000m di dislivello positivo, é uno dei trekking itineranti piú belli che conosciamo: intenso, breve, panoramico. Attenzione che non ci sono tappe acqua durante l´itinerario, prevedere di scendere via via nei paesi limitrofi per fare rifornimento durante le tappe se necessario, altrimenti fare scorta ADEGUATA ogni mattina nel luogo del pernottamento. Puó essere organizzato a nostro avviso in 3 o 4 tappe. Se riesci a trovare strutture lungo il percorso, 3 giornate sono sufficienti. A Lasca la Randa piace inserire svariate deviazioni e soprattutto la salita alla vetta 1019m del Monte Capanne, tuttavia non é obbligatoria. Se invece non trovi pernottamenti lungo l´itinerario, potresti aver necessitá di inserire una giornata aggiuntiva e devi scegliere di dormire in paesi sul mare, esempio Porto Azzurro e Procchio, oppure Marina di Campo. A voi la scelta. Noi amiamo farlo in 3 giornate e prenotare strutture talmente buone da chiamarla Grande GASTRO traversata Elbana! Ricordiamo che la GTE puó essere Nord o Sud, a seconda che l´itinerario sia Cavo-Patresi o Cavo-Pomonte. Dotatevi sempre di cartina cartacea e studiate bene tutto prima di partire, se sarete senza guida ambientale.
  • Cammino dei fari, Elba: itinerante. Nostro nuovo inserimento, é un cammino nato recentemente che costeggia tutti i fari dell´isola ed i suoi semafori. L´itinerario puó essere diviso in 6 tappe, tuttavia a noi piace spezzarlo in due volte da 3 giorni.
  • Lanzarote Gr 131, Spagna: itinerante. Attraversa da nord a sud Lanzarote lungo il sentiero naturale segnalato come GR®131 (tappa Órzola – Playa Blanca), su 72km circa con 1500m di dislivello positivo circa. Un sentiero affascinante dove il paesaggio sorprende e varia continuamente, evidenziando tratti neri e spiagge chiare, risaltando la sua natura vulcanica. Molto adatto al periodo invernale per le sue temperature privamerili.

Suggeriamo anche il Fisherman trail del Portogallo, Maiorca Gr221 stando attenti alle quote di alcuni tratti, e la Liguria che offre una vasta rete sentieristica e che dato la vicinanza puó essere organizzata anche lastminute.

logo piccolo lascalaranda
Copyright © 2023 - Lasca la Randa by Claudia Lippi - All Right Reserved
Lasca la Randa® é un Marchio Registrato di Proprietà Esclusiva di Claudia Lippi
P. IVA 07270330488
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram